Come migliorare la qualità dell'aria interna

Archiviato sotto: Qualità dell'aria,Monitor della qualità dell'aria

Perché la qualità dell'aria interna è cattiva e cosa si può fare per migliorarla

Vi siete mai chiesti se la qualità dell'aria in casa vostra vi fa ammalare? Migliorare la qualità dell'aria interna aiuta a prevenire i rischi per la salute e riduce il rischio di malattie polmonari e cancro. Questo articolo illustra le cause della scarsa qualità dell'aria interna e spiega come migliorare la qualità dell'aria interna della vostra casa.

Fonti di cattiva qualità dell'aria interna

Gli inquinanti comuni dell'aria interna includono composti organici volatili (COV), radon, monossido di carbonio, PM 2,5formaldeide (un tipo di VOC), ozono, idrocarburi policiclici aromatici (IPA) e biossido di azoto. Per saperne di più su questi comuni inquinanti dell'aria interna, consultate questo articolo su monitor della qualità dell'aria interna.

Il fumo

Il fumo passivo è un fattore che contribuisce alla scarsa qualità dell'aria interna. Il fumo rilascia biossido di azoto e formaldeide, monossido di carbonio, IPA e altre sostanze chimiche tossiche nell'aria. Secondo l'EPA, il fumo è la prima causa di inquinamento dell'aria interna a livello globale e rappresenta il rischio maggiore per i gruppi sensibili.

Stampo

La muffa può iniziare anche mentre l'edificio è in costruzione, portando a una crescita inevitabile. Tuttavia, alti livelli di umidità causano la crescita di muffe indesiderate. Le spore della muffa si diffondono nell'aria e vengono inalate, provocando potenziali conseguenze per la salute. Se notate la crescita di muffa o muffa in qualsiasi punto della casa, affrontatela immediatamente per evitare che si diffonda in altre parti dell'abitazione.

Prodotti per la pulizia e vernici

I prodotti per la pulizia contengono sostanze chimiche che ne migliorano l'odore, ma i detergenti stessi possono essere pericolosi. Prodotti per la pulizia producono una serie di vari inquinanti, tra cui COV, formaldeide e PM 2,5, e causano la formazione di ozono a livello del suolo.

Incenso, candele e combustione di biomassa

Bruciare incenso e candele rilascia nell'atmosfera formaldeide, acetaldeide, benzene e PM. Anche se candele e incensi hanno un aspetto e un profumo gradevoli, il numero di sostanze cancerogene rilasciate quando si bruciano non vale il rischio. La combustione di biomassa comprende la combustione di legna nei caminetti e la carbonizzazione dei cibi durante la cottura. La combustione di biomassa rilascia nell'atmosfera anidride carbonica, PM e formaldeide.

qualità dell'aria interna a candela
  • Salva

Scarsa ventilazione

La scarsa ventilazione impedisce agli inquinanti dell'aria interna di disperdersi. Una filtrazione inadeguata fa sì che i condotti di ventilazione emettano PM non necessari e riducano il numero di COV rimossi.

Stufe a gas

Le stufe a gas presenti nelle case più vecchie possono essere comode, ma rappresentano un rischio maggiore per la salute a causa della produzione di inquinamento atmosferico rispetto alle loro alternative elettriche. Le stufe a gas rilasciano nell'aria PM, biossido di azoto, IPA e monossido di carbonio.

Perdite di radon

Radon è un gas naturale che si forma dalla decomposizione di altri metalli radioattivi nel sottosuolo. A volte il radon può penetrare nelle abitazioni attraverso le crepe alla base di un edificio o attraverso difetti di progettazione.

Amianto

L'amianto è un materiale isolante comunemente utilizzato nelle pareti delle abitazioni. Purtroppo, l'inalazione di amianto aumenta le probabilità di sviluppare malattie polmonari.

Cosa si intende per cattiva qualità dell'aria interna?

Il AQIL'AQI, o indice di qualità dell'aria, misura la qualità dell'aria in base alle concentrazioni di ozono troposferico, inquinamento da particelle, monossido di carbonio, biossido di zolfo e biossido di azoto. Un AQI inferiore a 50 è considerato sano. Un AQI compreso tra 50 e 100 è moderato per alcuni gruppi sensibili, mentre un punteggio di 100-150 può causare effetti sulla salute dei gruppi sensibili. Qualsiasi valore superiore a 150 è considerato insalubre per la popolazione, mentre i valori superiori a 200 sono considerati pericolosi. Come per altri livelli di inquinanti atmosferici comuni, il valore limite dell'EPA per il radon è di quattro picocurie per litro. Il PM 2,5 rientra nell'intervallo non salutare quando le concentrazioni superano i 35,4 μg/m3. I livelli di monossido di carbonio superiori a 50 parti per milione sono pericolosi.

Come posso monitorare la qualità dell'aria interna?

monitor di qualità dell'aria interna awair element
  • Salva

Il modo più semplice per monitorare la qualità dell'aria interna è investire in un dispositivo di monitoraggio della qualità dell'aria abbinato a un rilevatore di monossido di carbonio. Per ulteriori informazioni sui dispositivi specifici per il monitoraggio della qualità dell'aria interna, consultare questo articolo.

Sebbene l'acquisto di un dispositivo sia l'indicatore più preciso di una cattiva qualità dell'aria interna, esistono alcuni indicatori comuni di qualità dell'aria interna che si possono osservare. Tra questi, la condensa all'interno delle finestre, che indica una cattiva circolazione dell'aria e un'elevata umidità, con conseguente formazione di muffe. Anche l'accumulo di polvere, il mal di testa e l'aggravamento delle allergie sono indicatori di una scarsa qualità dell'aria interna.

Come posso migliorare la qualità dell'aria interna?

Accendere i ventilatori

L'uso del ventilatore in bagno può contribuire a ridurre l'accumulo di umidità e a prevenire la formazione di muffa. Anche accendere la ventilazione mentre si cucina può contribuire a ridurre le concentrazioni di COV e PM. Il ventilatore contribuisce a migliorare la qualità dell'aria interna durante le pulizie o l'uso di sostanze a base di alcol per evitare la formazione di COV nocivi.

Aprire le finestre

La ventilazione frequente della casa, sia attraverso l'uso di ventilatori che l'apertura di finestre, è un modo efficace per ridurre al minimo l'umidità interna e disperdere i gas o le sostanze presenti. particolato e migliorare la qualità dell'aria interna. Se vivete in un clima umido, aprire le finestre potrebbe non essere il modo più efficace per ridurre i livelli di umidità interna. In questo caso, potreste prendere in considerazione una deumidificatore.

Utilizzare un sistema di purificazione dell'aria

I sistemi di purificazione dell'aria per interni sono dispositivi elettrici relativamente piccoli che migliorano la qualità dell'aria interna. Quando si sceglie un sistema di purificazione dell'aria, assicurarsi che la portata del dispositivo sia proporzionata alla stanza in cui si intende utilizzarlo. I sistemi di purificazione dell'aria possono essere utili se si risiede in una regione con frequenti incendi, come la California. Se la qualità dell'aria esterna impedisce di aprire le finestre, un sistema di purificazione dell'aria è da prendere in considerazione. Sebbene i sistemi di purificazione dell'aria possano migliorare la qualità complessiva dell'aria interna, a volte possono generare ozono troposferico come prodotto secondario. Seguite attentamente le istruzioni del vostro purificatore d'aria per ridurre al minimo la formazione di ozono. purificatore d'aria con attenzione per ridurre al minimo la formazione di ozono.

Cambiare frequentemente il filtro del forno

I filtri dei forni ad aria raccolgono polvere nel tempo. Un filtro dell'aria intasato impedisce la corretta circolazione. Pertanto, sostituendo i filtri del forno ad aria ogni uno o sei mesi, si riduce al minimo il numero di particelle di polvere soffiate nell'aria.

Spolverare, pulire e passare spesso l'aspirapolvere

Spolverare e passare frequentemente l'aspirapolvere può ridurre la quantità di PM e migliorare la qualità dell'aria interna. Lavare la biancheria da letto e pulire i mobili settimanalmente aiuta a eliminare il PM che potrebbe indurre allergie. Scegliere prodotti per la pulizia privi di odori è un modo semplice per ridurre l'esposizione ai COV tossici.

  • Salva

Installare un ventilatore a recupero di calore

Ventilatori a recupero di calore forniscono una migliore circolazione dell'aria per le case più recenti, che sono più ermetiche rispetto a quelle più vecchie. Se da un lato la costruzione a tenuta stagna migliora l'efficienza energetica e previene le infiltrazioni di umidità, dall'altro lato la circolazione dell'aria è ridotta e quindi la qualità dell'aria peggiora. I ventilatori a recupero di calore sono efficaci per ridurre l'umidità e prevenire le muffe. Fanno circolare l'aria fresca con una perdita di energia minima. I ventilatori a recupero di calore sono l'opzione più costosa di questo elenco. Potrebbero non essere l'opzione migliore per la vostra casa, quindi fate delle ricerche o consultate un professionista prima di acquistarne uno.

Test per verificare la presenza di livelli elevati di radon

È possibile valutare i livelli di radon nella propria abitazione acquistando un kit di analisi del radon. Quando si sceglie un kit per il test del radon, assicurarsi di acquistarne uno con una durata minima di 90 giorni; i kit per il test del radon a breve termine sono molto meno precisi.

Evitare di accendere candele, di usare stufe a legna e di fumare in ambienti chiusi.

Può sembrare e avere un buon profumo, ma bruciare candele, fumare e bruciare qualsiasi altra sostanza non necessaria aumenta le concentrazioni di PM, formaldeide, IPA e altre tossine nell'aria. È essenziale evitare di fumare in ambienti chiusi o di bruciare candele in ambienti chiusi in prossimità di bambini e altri gruppi vulnerabili, poiché ciò può avere conseguenze a lungo termine sulla loro salute.

Conclusione

Non è necessario spendere una fortuna per migliorare la qualità dell'aria interna. Scegliere un sistema economico monitor della qualità dell'aria interna per valutare la qualità dell'aria può aiutare a determinare gli inquinanti atmosferici problematici presenti in casa e a scegliere la migliore linea d'azione. Piccoli cambiamenti come evitare le candele, accendere i ventilatori e aprire le finestre possono aiutare a ridurre gli inquinanti dell'aria interna prima di acquistare un monitor della qualità dell'aria. monitor della qualità dell'aria.

Logo di The Weather Station Experts

Il nostro impegno per la precisione

Tutti i contenuti di The Weather Station Experts sono scritti o rivisti da persone prima di essere pubblicati sul nostro sito web. I nostri collaboratori e redattori includono meteorologi e scienziati diplomatitutti impegnati a fornire ai nostri lettori contenuti di altissima qualità. Se notate un errore, fateci sapere.

Sull'autore

Jenna Deutschman

Nel giugno 2021, Jenna si è laureata in Scienze dell'Atmosfera e ha conseguito due lauree minori in Scrittura Professionale e Tedesco presso l'Università della California, Davis. In precedenza ha lavorato come ricercatrice della UC Carbon Neutrality Initiative e attualmente è redattrice e scrittrice ambientale presso il Plant-Based Network.
0 Azioni
Condividere tramite
Copia link